Una sorpresa a Brera: la mostra di Piranesi alla Braidense

Spesso sui social network compaiono foto di meravigliose antiche biblioteche da tutto il mondo: da Oporto, dalla Scozia una dove hanno girato Harry Potter, addirittura da Buenos Aires la Ateneo.. tutte bellissime, ma sappiamo di averne dietro casa una delle più belle?

La Biblioteca Braidense non è antichissima: come tutto il complesso di Brera (ricordiamolo: Accademia, Pinacoteca, Specola, Giardino Botanico…), fu risistemato dall’imperatrice Maria Teresa, dopo la cacciata dell’ordine dei Gesuiti. Tuttavia, guardate che splendore!

Questo è solo uno dei locali, ed è adibito a mostre: è quindi possibile visitare questa istituzione senza essere fermati dalla sorveglianza, arcigna come è necessario e anche un po’ di più 🙂

E l’attuale mostra è davvero da non perdere per gli amanti di storia e arte: un’esposizione di incisioni, stampe, libri, oggetti pertinenti alla vita di Giambattista Piranesi, il grande incisore settecentesco delle rovine di Roma, Pompei, Paestum (tutte località allora in corso di scavo) e al tempo stesso degli inquietanti capricci architettonici delle Carceri.

Una mostra di raffinatezza e completezza da non perdere, con gioielli come le grandi incisioni della mappa della Roma imperiale o della Colonna Traiana.

Attenzione solo agli orari, un po’ limitati, e alla necessità di prenotarsi in anticipo qui:

https://booking.bibliotecabraidense.org/it/login

La mappa di Roma antica
Lapides Capitolini: una descrizione visiva di importanti iscrizioni
gli scavi di Pompei erano una novità
e anche a Paestum gli scavi erano appena iniziati
questa e le due seguenti sono inquietanti Carceri
l’incisione in un’unica immagine della Colonna Traiana; vicino, costumi settecenteschi dal Museo della Scala, realizzati da Franca Squarciapino per opere di Mozart
Vedute di Roma: i Fori Imperiali allora erano Campo Vaccino, immaginate perchè..
Vedute di Roma: il Campidoglio e l’Aracoeli
uscendo dalla Biblioteca, una sorpresa: la lapide originale della sepolturadel Parini, qui trasferita dopo che nel 1921 il cimitero della Mojazza fu smantellato per aprire piazzale Lagosta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: