2021-08-28 Escursione al Gran Lago delle Cime Bianche

Finalmente ho l’occasione di visitare da vicino le Cime Bianche, il vallone ai confini con la Valtournenche e il suo Plateau Rosa!

L’escursione era molto ben organizzata: guida escursionistica Marzia Mosca, che rivediamo anni dopo altre gite; con lei un archeologo, che ci spiegherà i segreti della lavorazione della pietra ollare, e uno storico.

prima fase dell’escursione

La salita percorre il vallone delle Cime Bianche, detto anche di Cortot o di Tsère:

All’Alpe Garda esaminiamo l’edificio superstite: tra le torbiere, quattro stanze quadrate in successione e una di servizio a fianco fanno pensare a un magazzino commerciale, più che a un semplice alpeggio. Infatti siamo su un importante percorso che conduce al Vallese.

l’Alpe Garda con i resti dell’antico magazzino commerciale

La vista del lago, oltre il quale si aprono il Plateau Rosa e la Valtournenche, è grandiosa:

Tornando visitiamo anche uno scavo archeologico a Saint-Jacques, in località detta non a caso Fusines (sotto il Fior di Roccia): qui vediamo un laboratorio altomedievale dove veniva tornita la pietra ollare, sottostante a una fonderia della fine Trecento.

Lo scavo stratigrafico di Fusines

Fauna. Escursione molto ricca dal punto di vista ornitologico. Poco prima dell’alpe Garda vedo un giovane gipeto volteggiare: il riconoscimento non è certissimo, ma il colore rossiccio e la mancanza di macchie bianche subalari non mi fanno pensare a un aquilotto. E’ un’altra prova che il ripopolamento delle Alpi Occidentali sta avendo succeso.

A prtire da quel punto, per tutto il percorso saremo accompagnati da rondoni alpini (come aspetto sono simili a balestrucci) che volano basso.

Rondone alpino (da Vogelwarte.ch)

Al lago, un altro bell’avvistamento: un sordone, passeriforme che in questa stagione si trova solo a queste quote.

Un sordone (da Wild-Life.me)

Infine, tra i massi erratici intorno al lago, una scena inattesa: un rapace, apparentemente un gheppio, lotta a terra con una preda, che deve inseguire qua e là; purtroppo non riesco a vedere chiaramente, soprattutto quale fosse la preda.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: